Scenari futuro del quartiere Trionfale


AUTORE: Maria Teresa Martuscelli

E’ una bella giornata di primavera inoltrata, e ho voglia di fare una passeggiata nel verde. Esco da casa e, per fortuna, a poca distanza, c’è un piccolo giardino: non è molto grande, ma è ben curato, piacevole: si trova dove una volta c’era il Mercato dei Fiori, che è stato trasferito altrove. La struttura che lo ospitava è stata conservata nella parte inferiore, e ospita un capiente parcheggio, mentre a livello strada è stato realizzato per l’appunto questo piccolo parco.

Si respira decisamente un’altra aria rispetto a qualche anno fa.
Anche le macchine sono molto diminuite, grazie all’istituzione di un servizio di piccoli bus elettrici che percorrono tutto il quartiere e passano con una frequenza media di 5-7 minuti. E’ facile così raggiungere in breve tempo sia le fermate della metropolitana che vari altri punti del quartiere Trionfale.

La riduzione del traffico ha avuto effetti positivi anche su Via Andrea Doria e Viale delle Milizie; soprattutto Via Andrea Doria è adesso un luogo di aggregazione e di ritrovo, grazie ai locali che ospita, alle panchine sui marciapiedi, alla valorizzazione degli spazi del Mercato Trionfale, alcuni dei quali ospitano Biblioteca e sale da adibire a manifestazioni di varia natura, promosse da Associazioni culturali, singoli artisti, e simili. Le persone del quartiere si conoscono di più, si incontrano e dialogano con più facilità, e si è creata una sorta di solidarietà e di reciproca fiducia che rende la vita nel quartiere decisamente più ‘umana’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *