Scenario futuro del quartiere Prati-Della Vittoria nel suo microclima


AUTORE: Francesca Sartogo

1

Lettura della circolazione dei  principali flussi di ventilazione esistenti nel quartiere Prati delle Vittorie

2

3

Modelli  tridimensionali 3D  del  luogo  secondo vari punti di vista.  

 

ECOSISTEMA DELLA CITTÀ DI ROMA : MICROCLIMA, ACQUA, SOLE, VERDE E  VENTO

La fondazione della Città di Roma trae i parametri della sua  straordinaria posizione climatica ed orografica: un particolare microclima formato  dalla confluenza della Costa Tirrenica, dal tracciato del  Tevere,(2° fiume Italiano), e dell’Aniene e la convergenza dei 3 importanti crinali storici (Crinale Etrusco, Crinale Latino e Crinale Sabino).

4

La fondazione microclimatica della Città di Roma 

La particolare morfologia della capitale, con un centro storico denso di preesistenze archeologiche, contornato da un edificato a macchia di leopardo posto sull’estesa tessitura verde dell’Agro Romano, le conferisce una particolarissima situazione di benessere climatico ed ambientale, la cui biodiversità ne è il risultato più evidente. Si può osservare chiaramente che la città, nonostante le trasformazioni avvenute negli ultimi anni, rimanga una città comunque verde:
Su un’estensione totale di 129.000 ettari, vi sono circa 43.000 ettari di verde e circa 50.000 ettari oggetto di coltivazioni agricole.
Dal confronto tra i Municipi emerge una notevole disparità per quanto riguarda l’estensione del verde, data la presenza in alcuni di questi di “ville storiche”, “parchi” e “giardini”.  Nelle recenti analisi si riportano  i “metri quadri di Verde per Abitante”, con un totale di 13,78 mq/abitante.
Il sistema ambientale  del Verde Pubblico di Roma Capitale è costituito da circa 82.500 ettari di territorio salvaguardato e protetto   comprendente un patrimonio di verde estremamente diversificato e complesso composto da aree agricole, parchi e riserve naturali, ville storiche, parchi e giardini pubblici e verde urbano. La struttura del verde pubblico si articola nei principale parchi cittadini di grande estensione come la “Villa Borghese, Villa Panphili, Villa Ada, Villa Torlonia, Villa Sciarra ,Villa Celimontana, Villa Carpegna ecc  che in corrispondenza del  tessuto urbano generano:
una diffusa presenza  di corridoi verdi , piazze, spazi boscati, aree aperte verdi,  che si incuneano nel centro antico della città creando una rete morfologica  ecologica continua e di qualità.
Inoltre Il fiume Tevere, grande risorsa  termo-climatica, rende la città di Roma un esempio di particolare importanza, e il suo rapporto con la città va valorizzato e sviluppato in tutte le caratteristiche dell’acqua e del verde.

Il quartiere Prati delle Vittorie ha una particolare situazione fisica e geografica nell’ambito dell’intero ecosistema della città di Roma: è situato all’interno di  7 e più colli,  in una zona totalmente pianeggiante, denominata Prati di Castello , ai margini di  particolari zone rilevate e coperte da rigogliose vegetazioni: quali il Parco di Monte Mario, la zona dei giardini della città del Vaticano, del Gianicolo, di villa Panfili  e  di Castel.S. Angelo e strettamente collegata con l’andamento del fiume Tevere nella sua parte più pulita e più vivace e con una copertura vegetale di grande valore e biodiversità: nonche il flussso derivante dalle brezze provenienti dalle colline circostanti  e  dalla brezza del “ponentino”  proveniente dal mare Tirreno. Tali  brezze inoltre sono  poste e formate   a poca distanza dalla città e di valore costante e consistente.

Un particolare studio in atto, sul regime termodinamico  di questa parte della città, sta mettendo in luce i valori della temperatura, dell’umidità, del soleggiamento e soprattutto dei flussi della circolazione dell’aria  in vari punti degli ambienti  aperti delle strade, delle piazze e dei cortili delle case.

Utilizzando come imput un modello tridimensionale (elevazione digitale 3 D), una mappa del suolo,  dati geografici, e dati microclimatici ( delle temperature, del soleggiamento, dell’umidità e del vento) si possono verificare carratteristiche dettagliate su ogni punto degli spazi aperti della città e dell’edilizia. Si possono ottenere monitoraggi per una mappatura e zonizzazione del comfort termico di ogni parte della città,  utili per verificare e progettare un miglioramento  del benessere e della qualità della vita.

7

Esempio di lettura microclimatica alle 4.46 pm 29-05-16 – WU interactive weathermap

 

E’ emersa quindi la fondamentale importanza e l’opportunità di un  potenziamento di questo sistema termodinamico  del SUO MICROCLIMA, che potrebbe, se ben articolato. consentire un miglioramento del sistema del benessere bioclimatico ambientale della Città di Roma e del quartiere Prati delle Vittorie facendo decrescere gradualmente le isole di calore, gli inquinamenti urbani e i valori  delle temperature e dei cambiamenti climatici..

E’ necessario un programma  per uno studio dettagliato sulla riconquista della naturale circolazione dell’aria nella sua funzione  di penetrazione, capillarità e porosita in tutte le strutture fisiche sia degli spazi aperti che chiusi  di questo particolare quartiere.

5

Modello tridimensionale del quartiere Prati Delle Vittorie e la messa in luce della particolare morfologia urbana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *