Camminate di quartiere

LE CAMMINATE DI QUARTIERE

I luoghi dove si addensano maggiormente gli elementi critici potranno essere oggetto di camminate di quartiere.

I progettisti, gli urbanisti e gli altri specialisti spesso lavorano prevalentemente sulle carte e sui dati. In questo modo riescono a vedere molti aspetti che gli abitanti non sono in grado di conoscere. Ci sono però molti altri aspetti che gli abitanti conoscono e che gli specialisti non possono cogliere. La camminata di quartiere è un metodo che aiuta a superare questo fossato.

Mentre il gruppo cammina si incrociano osservazioni, domande, apprezzamenti, desideri, in modo libero e rilassato, e si raccolgono impressioni, stralci di storia del quartiere, problemi, esperienze, ricordi.

Le camminate consentono a tutti di ascoltare e di essere ascoltati in merito agli elementi incontrati e di avviare quel processo di socializzazione e scambio di conoscenze, di elaborazione di una visione condivisa abbastanza ampio da rendere meno probabile il disaccordo, fatto importante nelle fasi successive del processo.

La camminata di solito finisce in un luogo di riunione. È l’occasione per continuare la conversazione, per scambiarsi le impressioni e fissare alcuni punti.

Dal resoconto della camminata tutti potranno trarre nuove informazioni per migliorare/integrare le schede di diagnosi.

Le informazioni scaturite dalle camminate costituiranno una ulteriore fonte di spunti per la costruzione degli scenari futuri.