Metodologia

Descrizione della metodologia, principi, riferimenti teorici, lezioni e materiale formativo.

Le fasi del progetto “Racconti dal futuro: come immagini lo spazio pubblico del tuo quartiere?”

a.  COM’È ORA –  Conoscenza dei luoghi (diagnosi) : Sopralluoghi – Compilazione delle schede di diagnosi – Camminate di quartiere

b.  COME LO VOGLIAMO – Costruzione degli scenari futuri (visioning): Scenari individuali – Scenario collettivo :   dal problema alla soluzione.
Per un processo di partecipazione efficace occorre che tutti siano messi nella condizione di esprimere le proprie idee; che possano utilizzare tecniche espressive che ne attivino il potenziale creativo e li rendano capaci di manifestare proposte appropriate e non stereotipate. La costruzione di scenari futuri  consente a tutti di elaborare progetti coerenti con il passato di un luogo e con il suo futuro prefigurato.

c.                                         Proposte condivise: Risoluzione degli eventuali conflitti – Elaborazione di soluzioni condivise
Il processo  è anche un processo inclusivo che punta alla produzione di capitale sociale attraverso l’uso del Confrono Creativo, un metodo per raggiungere una decisione condivisa a partire da esigenze e punti di vista divergenti, facilitando il superamento di eventuali scelte conflittuali.Il CC è basato sulla valorizzazione della molteplcità dei punti di vista e sulla trasformazione delle divergenze in risorse conoscitive, favorendo la decisione collettiva attraverso  processi decisionali capaci di soluzioni creative gradite a tutte le parti in causa.

d. COME TRASFORMARLO – Priorità d’attuazione  e  linee guida: Selezione delle proposte più importanti e urgenti – Definizione delle linee guida


(Alessandro Giangrande)     Con “atto d’indirizzo” intendiamo un documento finalizzato a orientare le politiche, le scelte di piano e i progetti che una collettività sottopone all’approvazione dell’amministrazione pubblica,  che avrà il compito d’implementarla[1]. Le linee guida per la partecipazione considerano la democrazia rappresentativa una forma di governo che, in prospettiva, dovrà […]

Dagli atti d’indirizzo all’attuazione


(a cura di Alessandro Giangrande)   La portata e la complessità delle opzioni preferite potrebbero indurre ad assimilare il documento delle linee guide a un “libro dei sogni”, ossia a un elenco di proposte interessanti ma che di fatto non potranno mai essere attuate. Questo pessimismo è attenuato in parte […]

La gestione delle incertezze secondo Strategic Choice


Il Forum è l’organismo più idoneo a costituire uno specifico contesto pubblico – reale e digitale – dove il dialogo e lo scambio d’informazioni tra i partecipanti è incoraggiato e facilitato. A esso possono partecipare tutti i soggetti territoriali interessati: politici, funzionari e tecnici della PA, comitati di quartiere, associazioni […]

Forum




I tavoli di lavoro Ai tavoli di lavoro è assegnato il compito d’identificare le linee guida volte a orientare le politiche urbane, le scelte urbanistiche e i progetti che aiuteranno a riqualificare e rigenerare l’ambito urbano considerato. I tavoli non scelgono le problematiche da trattare in modo empirico, ma lavorano […]

Tavoli di lavoro e linee guida


Il primo passo di questo percorso consiste nell’adottare una strategia che ci consentirà di gestire agevolmente le relazioni d’incompatibilità e di sinergia potenziale che possono sussistere tra le proposte dello scenario. La strategia più valida consiste nel suddividere l’insieme delle criticità in sottoinsiemi indipendenti, dove il numero di criticità di […]

Dallo scenario collettivo ai fuochi



Scenario collettivo   Lo scenario collettivo è un documento organizzato in sezioni. Ogni sezione descrive una specifica criticità assieme alle proposte prefigurate per risolverla. Le criticità si deducono dalla lettura contestuale di tutti gli scenari futuri individuali: alcune potranno riguardare luoghi e tipi di degrado che sono diversi da quelli […]

Scenario collettivo


Pianificazione strategica della  Città Storica di Roma “…I percorsi pedonali e quelli ciclabili formano una rete continua inframezzata da piacevoli luoghi di sosta, dove è possibile intrattenere rapporti sociali e svolgere molte attività di tempo libero; mi sembra che la coesione sociale e lo spirito collaborativo siano aumentati… Le reti […]

Le “visioni”: alcuni frammenti


Come si costruisce una “visione” secondo Alexander  Christopher Alexander, in The Nature of Order (vol. II, p. 269), illustra in dettaglio il processo che ha consentito di costruire la “visione” collettiva che è alla base del linguaggio  utilizzato per la progettazione e la realizzazione del campus di Eishin (Tokio). “Organizzammo […]

Come si costruisce una visione



Scenari futuri individuali   I principi Uno scenario (o “visione”) è un “racconto dal futuro”, cioè una prefigurazione dei cambiamenti che ogni partecipante desidera per i luoghi in cui vive o che frequenta abitualmente. Il racconto non è riferito a un preciso orizzonte temporale, ma a un futuro lontano: in […]

Scenari futuri individuali


L’articolo illustra con ricchezza di aneddoti la nascita e affermazione dell’azione-ricerca come campo di studi sui rapporti fra gestione creativa dei conflitti e democrazia. Distingue due fasi: “L’età degli eretici”, dagli anni ‘30 fino alla fine degli anni ’70 e “L’età della divulgazione e istituzionalizzazione” imperniata sugli sviluppi dell’Alternative Dispute […]

Lezione di A.Sclavi su “Confronto Creativo”